Questione di semantica

Normalmente, nelle discussioni tra me e mio marito io sono quella che puntualizza, sempre. Sono la precisina che obietta con argomentazioni più o meno articolate. Ebbene si, sono una gran rompiballe lo ammetto.

Mio marito in questi casi mi liquida più o meno con un: “ne fai sempre una questione di semantica”. Si, ne faccio proprio una questione di semantica, perchè le parole hanno un peso e la nostra bellissima e antichissima lingua è ricca di sfumature.

Così mi irrita quando sento indicare un feroce omicida col vezzeggiativo “fidanzatino”. Mi basterebbe che fosse definito assassino reo confesso, vogliamo metterci giovane? E mettiamocelo pure. Ma che non parlassero di delitto passionale, di dramma della gelosia che qui l’amore non centra ed è come se quella ragazzina fosse accoltellata un’altra volta.

L’omicidio è una cosa seria.

20130528-072850.jpg

Informazioni su ohmarydarlingblog

The game
Questa voce è stata pubblicata in Micro articoli e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

29 risposte a Questione di semantica

  1. in fondo al cuore ha detto:

    Sono assolutamente d’accordo con te!

  2. unanuovavita ha detto:

    Temo che per quanto riguarda la categoria “giornalisti”, la semantica e la lingua italiana vadano altrove fin troppo spesso:/

    • ohmarydarlingblog ha detto:

      Lo trovo inaccettabile in questi casi

      • unanuovavita ha detto:

        Io lo trovo inaccettabile sempre… perchè la tv ed i giornali, oggi insegnano tanto quanto la scuola, i nostri figli sono bombardati da ogni angolo e ciò che ricevono, è un continuo collasso della nostra meravigliosa lingua italiana. Io mi impegno ad usare quanto più possibile un italiano corretto, spiegandole le parole che non conosce e correggendole i verbi… so che sta imparando, ma so anche che nel corso della sua vita, l’italiano lo userà pochissimo come tutti i suoi coetanei:/

      • ohmarydarlingblog ha detto:

        L’italiano è di nicchia. Io stessa mi accorgo che su WP uso un linguaggio diverso che su Twitter, che è ancora diverso da quello che utilizzo a casa o con gli amici che è diverso da quello che utilizzo al lavoro che è diverso da quello burocratico… Mi sforzo di non parlare in dialetto ai miei figli però ogni tanto… :-))

  3. Rosa Andronaco ha detto:

    hai perfettamente ragione… che tristezza tutto quanto … ciao

  4. Michele ha detto:

    concordo in pieno

  5. ellagadda ha detto:

    Ma tanto ormai questi omicidi ci fanno lo stesso effetto dei bambini africani con le mosche attorno: tutto caduto nell’indifferenza, e se ne parlano è solo per gusto del macabro e dello scandalo.
    Potessi decidere, non ne parlerei affatto, sarebbe molto più rispettoso per vittime e famiglie, e soprattutto s’impedirebbero emulazione e difesa dei mostri, come nei casi degli stupri di branco.
    “Femminicidio” è la nuova moda dei giornalisti.

  6. teddyboys8284 ha detto:

    La brutalità di questo atto è indicibile e inimmaginabile, ma nulla può cancellarlo. Egli dovrebbe essere battuto 20 volte, accoltellato e bruciato vivo come ha fatto a Fabiana. Possa essere in pace, e avere giustizia

  7. newwhitebear ha detto:

    Condivido in pieno che le parole hanno un significato preciso e non uno variabile a seconda delle circostanze.
    Ormai molti hanno perso la coscienza, non conoscenza, del senso delle parole. Quindi spesso si usa la parola tutti per indicare una piccola parte oppure maggioranza quando investe solo un terzo o anche meno della platea globale.
    Per me tutto vuol dire l’intero e non una sua parte, più o meno grande.
    Maggioranza significa che almeno il 50%+1 dell’intera platea è d’accordo oppure no.
    Allora anch’io sono un rompiballe perché metto sempre i puntini sulle i.

  8. BruPhOto ha detto:

    Come non darti ragione?Io vorrei non fosse tolto l’ergastolo.
    Non sopporto nemmeno le interviste del tipo ” Ma lei,cosa ha provato nel momento in cui ha saputo?” Domande ai parenti delle vittime.Cosa vuoi che abbia provato??
    Allucinante….
    Anche io in casa sono soprannominata rompiballe.Quindi stiamo invadendo la terra ?;)

    • ohmarydarlingblog ha detto:

      Assolutamente si!🙂
      Gli unici che parlano di questo argomento sono proprio le trasmissioni televisive del pomeriggio, che chiaramente ci mettono del proprio per rendere più eclatante (se mai ce ne fosse il bisogno) la notizia. Che ti devo dire, purchè se ne parli

  9. L. ha detto:

    Puntualizzi, fa benissimo. E nel caso il marito non capisca bene passi alle vie di fatto.🙂

  10. lucadic67 ha detto:

    come i diminuitivi tra i fidanzatini,altra cosa che odio ciao.

  11. Wish aka Max ha detto:

    Ah cara mia, ogni giorno si perpetrano delle nefandezze orribili, e la vittima è sempre la solita, la nostra madre lingua. Prima hanno fatto di tutto per eliminare i dialetti, e ora che quasi tutti parlano l’italiano, che è, come dici correttamente, una lingua ricchissima e bellissima, la si è ridotta a un paio di centinaia di vocaboli e una semplificazione inutile quanto ambigua sulle regole grammaticali. Il congiuntivo non esiste quasi più, i periodi complessi sono sostituiti da un insieme di frasette. E poi ci sono questi stereotipi e modi di dire che fanno tanto “moderno”, come il “fidanzatino” di cui riferisci.
    Ma questo è un discorso molto ampio, e se non lo hai già fatto ti consiglio di leggere un libriccino di Enrico Brizzi, “Vita quotidiana in Italia ai tempi del Silvio”, che ripercorre gli anni dai primi ’80 sino al 2000 e oltre, evidenziando come il degrado culturale e dei costumi è andato di pari passo con l’evoluzione (o meglio involuzione) televisiva.
    E comunque grazie per la denuncia, pensavo di essere il solo ad arrabbiarmi per queste cose.

    • ohmarydarlingblog ha detto:

      A noi ci ha rovinato drive in. Il tipo di cultura del chissenefrega e del tantononèame. Non abbiamo gli anticorpi per gestire la cosa pubblica. I tedeschi quando parlano dello stato dicono “noi”, è un tutt’uno. Abbiamo cominciato ad interessarci davvero con la crisi. Perchè colpiva tutti.

  12. Elena ha detto:

    Concordo! Anche nel fatto che sono rompipalle pure io!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...